Onu, sondaggio: un dipendente su 3 ha subito molestie sessuali

Un terzo dei dipendenti delle Nazioni Unite ha riferito di aver subito molestie sessuali negli ultimi due anni. È il risultato di un sondaggio interno. Il segretario generale dell’Onu, Antonio Guterres ha detto in una lettera al personale che lo studio conteneva “alcune statistiche che fanno riflettere e prove di ciò che deve cambiare”, per migliorare il posto di lavoro presso le Nazioni Unite. Il 33 per cento degli intervistati ha riferito almeno un caso di molestie sessuali negli ultimi due anni, ma la cifra è salita al 38,7 per cento per coloro che hanno segnalato qualche forma di molestia sessuale durante tutto il loro periodo di permanenza alle Nazioni Unite.

Il caso più comune di molestie sessuali riguardava storie o battute sessuali offensive o commenti offensivi sull’apparenza, sul corpo o sulle attività sessuali. I dipendenti Onu sono stati anche presi di mira da sgraditi tentativi di coinvolgerli in discussioni su questioni sessuali, gesti offensivi e toccanti. L’indagine è stata condotta da Deloitte a novembre.

Due su tre molestatori erano uomini e uno su quattro era supervisore o dirigente. Quasi uno su 10 molestatori erano alti dirigenti. Il sondaggio ha avuto un tasso di risposta moderatamente basso del 17%, con circa 30.364 dipendenti che hanno fornito risposte a un questionario confidenziale online. Nella lettera allo staff, Guterres ha detto che i risultati del sondaggio sulla prevalenza delle molestie sessuali erano paragonabili ad altre organizzazioni, ma che le Nazioni Unite, che sostengono l’uguaglianza, la dignità e i diritti umani, devono stabilire un alto standard.

Condividi