Saviano contro Salvini: “un altro passo verso la Russia di Putin”

Per i compagni, tutto il mondo deve girare attorno ai loro complessi di inferiorità. Ecco Saviano, che non potendo mai arrivare al ivello di uno statista come Putin, lo dileggia per insultare Salvini.

Nuovo scontro a distanza tra Matteo Salvini e Roberto Saviano, lo “scrittore” condannato in Cassazione per plagio. Interpellato ancora una volta in diretta tv, il ministro ha annunciato la presentazione di una querela nei confronti dell’autore dello scopiazzato libro ‘Gomorra’.

” Mi sono solo preso il diritto di querelarlo – ha aggiunto – perché “il ministro della malavita” lo dice a qualcun altro. Puoi criticarmi, ma il ministro che difende i mafiosi a me non lo dici”.

A stretto giro, come prevedibile, è arrivata via social la replica del diretto interessato. “Un ministro che querela uno scrittore per aver manifestato liberamente il suo pensiero è un altro passo verso la Russia di Putin“, ha scritto Saviano su Facebook, prima di sferrare un duro attacco contro il leader leghista: “Spero vivamente che Salvini mi quereli sul serio, non vedo l’ora di trovarmi con lui davanti a un giudice: avrebbe l’obbligo di dire la verità, per lui un’esperienza nuova.”

Condividi