Nuovo governo, Dombrovskis e Mattarella dicono le stesse cose con parole diverse

Valdis Dombrovskis, European Commission Vice-President EPA/OLIVIER HOSLET

“Nella Commissione europea non commentiamo la politica di partito negli Stati membri, e ora c’è un processo di formazione del governo in Italia che si deve svolgere secondo le regole previste dalla Costituzione italiana”, ma per quanto riguarda i conti pubblici “la Commissione è stata molto chiara su quelle che sono le aspettative sugli obiettivi per il deficit di bilancio dell’Italia: c’è l’aspettativa di una correzione dello 0,3% del Pil come sforzo strutturale quest’anno“.

Lo ha detto oggi a Bruxelles il vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis, durante una conferenza stampa in cui ha risposto a un giornalista italiano sulle richieste in materia di politica di bilancio che dovrà attendersi il prossimo governo. La situazione dei conti pubblici italiani “verrà valutata (dalla Commissione, ndr) a maggio nell’ambito del ciclo del semestre europeo. Specialmente per l’Italia, paese che ha il secondo rapporto debito pubblico/Pil più alto nell’Ue dopo la Grecia, è importante mantenere la rotta riguardo a politiche di bilancio responsabili”, ha proseguito Dombrovskis.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Mattarella (askanews) – Il Parlamento deve mostrare senso di responsabilità e collocare al centro della sua azione l’interesse generale del Paese (della UE, ndr) e dei suoi cittadini. Lo ha detto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in un passaggio del suo discorso al Quirinale in occasione della Giornata internazionale della donna.

Condividi