Gli chiudono il negozio, orafo 29enne si suicida

suicidio12 ott – Un orafo 29enne di Mercogliano (Avellino) si è tolto la vita tagliandosi le vene nella vasca da bagno di casa dopo che, per una serie di irregolarità burocratiche, aveva dovuto chiudere la sua attività, inaugurata da pochi giorni.

A dare l’allarme sono state la sorella e una zia che da giorni tentavano di contattarlo al telefono.

Condividi

 

Articoli recenti

7 thoughts on “Gli chiudono il negozio, orafo 29enne si suicida

  1. Un giovane che ha avuto coraggio di investire trattato così’. Maledetti assassini.

  2. gli avranno sicuramente chiesto un “contributo” per far sparire le irregolarità.
    La burocrazia non è diversa dalla mafia

  3. per il giornale bella l’immagine complimenti forse qualcuno vi leggerà.
    VERGOGNA

    1. curioso. Non ritiene vergognoso l’accaduto al ragazzo per colpa della burocrazia, MA LA FIGURINA è vergognoso.
      Che pena. Proprio il popolo dell’apparenza….e vuol fare anche il “moralizzatore”…si vergogni lei che è più preoccupato dell’immagine scelta che non di una VITA PERSA.

Comments are closed.