Prodi: “A causa del rigore l’Europa è dentro una trappola mai vista prima”

prodi

28 magg – La possibile decisione della Commissione Europea di chiudere la procedura di deficit relativa all’Italia “sarebbe una bella notizia” e “ovvia” che andava presa anche prima, perché in Europa ci sono altri stati che “fanno un po’ i furbetti”. Lo ha detto l’ex presidente della Commissione europea Romano Prodi.

A margine della presentazione del libro dell’ex sindaco di Bologna Flavio Delbono, Prodi si è soffermato sull’ormai prossima uscita dalla procedura di infrazione per deficit eccessivo per l’Italia. “Sarebbe una bella notizia, devo aggiungere che sarebbe una notizia ovvia – ha spiegato -. Bisognava prenderla anche prima questa decisione” perché in questo momento “sono altri i paesi che fanno un po’ i furbetti”. L’Italia, invece, secondo il Professore “si era già messa in ordine da tempo” e “forse è troppo in ordine”.

L’ex premier ha continuato la riflessione sulle politiche economiche del nostro paese, durante all’incontro alla Feltrinelli sotto le Due Torri. “L’Europa – ha detto – è dentro una trappola mai vista prima”: continuando con politiche di “austerity” per ridurre la spesa pubblica, in realtà si “fa calare il reddito e si fa crescere il debito“. Infatti “ci sono sono paesi, soprattutto quelli nordici, che hanno una spesa pubblica elevata, una elevata imposta e una crescita fortissima. C’è spesa e spesa, c’è comportamento e comportamento, c’è stato e stato”. In Italia, ha concluso Prodi “in questi mesi si è fatto crollare il credito e aumentare il debito”.

QUI TUTTI I DATI DEL DISATRO MONTI >>

 

 

Condividi

 

One thought on “Prodi: “A causa del rigore l’Europa è dentro una trappola mai vista prima”

Comments are closed.