Picchia la moglie fino a farle perdere i sensi, arrestato marocchino

1 dic – Un operaio marocchino di 31 anni, da anni residente a Terni, e’ stato arrestato dai carabinieri, in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Maurizio Santoloci, poiche’ ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni nei confronti della convivente.

Le indagini hanno permesso di accertare che i maltrattamenti nei confronti della donna duravano da circa due anni, al punto da costringerla in piu’ occasioni ad allontanarsi da casa insieme ai due figli piccoli e a rifugiarsi a casa di amiche.

Gli episodi tuttavia – come riferito dai carabinieri – non erano mai stati denunciati dalla donna, per timore, come piu’ volte minacciato, che il marito le potesse portare via i bambini. E’ stato l’ennesimo episodio di violenza, avvenuto a novembre, quando a causa di una banale discussione il marocchino ha preso a pugni e calci la moglie fino a farle perdere i sensi, a spingere la donna a rivolgersi ai carabinieri. Il gip, su richiesta del Pm Raffaella Gammarota, ha emesso il provvedimento restrittivo e l’extracomunitario e’ stato associato presso la casa circondariale di Terni. (AGI)

Condividi