Toscana, Festa dell’Unità “Tutti senza mascherine, e poi i negazionisti sono gli altri”

“Le mascherine alle Feste dell’Unità sono un optional, sono tutti congiunti. E intanto le discoteche sono chiuse”. Un “infiltrato” entra nelle cucine di una Festa dell’Unità in Toscana e mette in imbarazzo esponenti e militanti del Pd.

“Se foste un ristorante vi avrebbero fatto un c*** come un cestone”, ammonisce chi ha realizzato il video con il proprio telefonino, diventato subito virale e rilanciato dall’account Twitter Radio Savana. “Le regole valgono solo per quegli altri, non per la Festa dell’Unità”, conclude con amarezza il ragazzo. “Solo dopo essere stati beccati in flagrante alcuni indossano la mascherina – sottolinea il tweet -. Questi sono coloro che osano chiamare ‘negazionisti’ gli altri”. liberoquotidiano.it

Condividi