Migranti, Conte: redistribuzione obbligatoria nella UE

“Dobbiamo governare come Unione europea i flussi migratori, non possiamo subirli e rimanere sopraffatti, dobbiamo estendere e rafforzare il raggio di azione dell’Ue all’esterno, creare solide partnership con i paesi di origine e di transito. Intensificare il contrasto ai trafficanti di esseri umani. Dobbiamo lavorare per meccanismi europei realmente efficaci per i rimpatri e per la redistribuzione obbligatoria dei migranti, infine dobbiamo fare in modo che ci sia piena trasparenza e confermità al diritto internazionale di chi presta soccorso in mare e per le Ong”.

Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel corso delle dichiarazioni congiunte alla stampa al termine del vertice Med-7, i paesi del sud dell’Unione europea, ad Ajaccio. (askanews)

Merkel – “Non possiamo essere soddisfatti della politica migratoria europea. In pratica oggi non esiste ed è un pesante fardello per l’Europa”: lo ha detto senza mezzi termini la cancelliera tedesca Angela Merkel in un incontro con il presidente del Ppe Donald Tusk alla fondazione Konrad Adenauer a Berlino, commentando la decisione sua e del presidente francese Emmanuel Macron di accogliere 400 minori non accompagnati dal campo di Moria, nell’isola greca di Lesbo.

Merkel ha annunciato anche la sua intenzione di fare passi avanti su questa questione nel corso del semestre tedesco di presidenza. La cancelliera ha quindi chiarito che la decisione di accogliere i minori dal campo di Moria è partita da una richiesta telefonica del premier greco, Kyriakos Mitsotakis. (ANSA).

 

Condividi