Migranti, “in fuga dalla fame” su yacht di 22 metri pagando 5500 euro

Servizi di taxi verso l’Italia a bordo di lussuosi yacht da 22 metri per la modica cifra di 5.500 euro. Il viaggio dura dai 3 ai 4 giorni e garantisce lo sbarco in Italia. Sono i nuovi scafisti. Forse ispirati dai quasi turisti tunisini approdati a Lampedusa con tanto di cappello di paglia, occhiali da sole e barboncino al guinzaglio, i criminali del mare, sulla pagina Facebook “La strada per l’Europa” commercializzano viaggi su yacht con la promessa di realizzare il sogno di arrivare nel nuovo continente. A fronte dei 5.500 euro, scrive il Giornale, pagati dagli adulti, il viaggio per i bambini fino a 3 anni è gratis, quello per i figli tra i 4 e i 10 a metà prezzo.

Ma non è solo la rotta italiana quella trattata, come quella tra la Serbia e l’Austria, rigorosamente a piedi, al costo di 4mila euro, ma con campeggio garantito. Mentre il prezzo via mare per Rodi è di 2.100 euro a persona.

I trafficanti di esseri umani garantiscono “un’assicurazione per il viaggio”, gestita “da un’agenzia esterna”. Così mentre a Lampedusa continuano a sbarcare centinaia di persone provenienti dalla Tunisia, dalla Turchia yacht ben attrezzati caricano migranti a bordo e poi li trasbordano. Il fenomeno è già conosciuto da Guardia di Finanza e Guardia costiera che, a causa delle leggi internazionali e delle disposizioni governative sono costretti a “soccorrerli”.  liberoquotidiano.it

Condividi