Covid-19, Fmi presta 3,4 miliardi di dollari alla Nigeria

Condividi

 

Il Fondo Monetario Internazionale ha deciso di prestare la somma di $ 3,4 miliardi per sostenere la lotta al COVID-19 in Nigeria. Il prestito, facilitato tramite lo strumento di finanziamento rapido (RFI), contribuirà a limitare il declino delle riserve internazionali della Nigeria, ha affermato l’FMI. Contribuirà inoltre a fornire finanziamenti per il bilancio del paese, che è stato gravemente colpito dalla caduta dei prezzi del petrolio innescata dalla pandemia e dalle guerre dei prezzi.

L’FMI ​​ha elogiato la risposta “immediata” del governo nigeriano alla crisi, descrivendola come “benvenuta”. Tuttavia, ha osservato che l’attenzione a breve termine dovrebbe essere rivolta a spese sanitarie più elevate e palliative per le famiglie e le imprese.



L’ente finanziario ha anche affermato che la Nigeria dovrebbe prendere provvedimenti per unificare il suo tasso di cambio il più rapidamente possibile.

Dopo il superamento della crisi COVID-19, la Nigeria dovrebbe “concentrarsi sulla stabilità macroeconomica a medio termine, con un risanamento di bilancio basato sulle entrate essenziale per mantenere il debito nigeriano sostenibile e creare uno spazio fiscale per le spese prioritarie“, ha dichiarato Mitsuhiro Furusawa, vicedirettore generale e presidente delegato della FMI.

Fmi chiede soldi ai donatori per alleggerire debito ai Paesi poveri

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi


   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -