Coronavirus, Zingaretti positivo: Nardella si mette in quarantena

“Non ho sintomi e sto bene ma visto che ho incontrato di recente Nicola Zingaretti, per precauzione resto anche io a casa due settimane”. Così, con un video su Instagram il sindaco di Firenze, Dario Nardella, annuncia la sua quarantena domiciliare volontaria.

Nel video Nardella spiega: “Io sono tra coloro che hanno incontrato di recente Nicola Zingaretti risultato positivo al Covid-19. Anzitutto voglio fare un grande in bocca al lupo al nostro segretario per una pronta guarigione. Appena ho saputo della notizia sono venuto a casa e qui rimarrò 15 giorni per motivi di precauzione secondo le prescrizioni che ci siamo dati con le autorità sanitarie. Sono in costante contatto con la Asl, sto bene e non ho sintomi. Lavoro da casa per seguire come sempre la nostra città e tutti voi”. “Siamo responsabili, della nostra salute e di quella degli altri anche quando stiamo bene. Dobbiamo affrontare una battaglia difficile, ma alla fine ci rialzeremo tutti insieme”, conclude Nardella.

La notizia della positività del Presidente Nicola Zingaretti, ha indotto il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci a contattare subito i sanitari, come stabilito dal protocollo. Mercoledì pomeriggio, infatti, Musumeci è stato seduto accanto a Zingaretti, durante il vertice sul Coronavirus tenutosi a Roma a Palazzo Chigi. “Il presidente Musumeci non ha alcun sintomo ed è in ottima salute, ma ha deciso di rimanere in isolamento volontario a casa propria. Dovrà controllare la temperatura corporea due volte al giorno ed effettuare un tampone mercoledì prossimo”, si legge in una nota. ”È una scelta di prudenza doverosa verso gli altri prima ancora che verso me stesso” ha dichiarato il governatore dell’Isola. ”Pazienza. Continuerò a coordinare l’attività del governo regionale e della macchina amministrativa da casa mediante il contatto telefonico. Non ci possiamo fermare neppure per un giorno!”.   www.affaritaliani.it

Condividi