“Non mi sfrattate”, 94enne invalida scrive a Mattarella

Siamo un Paese scivolato irrimediabilmente verso la barbarie. L’appello accorato di una 94enne invalida sfrattata che scrive a Mattarella, raccontando la sua storia e chiedendo di non essere cacciata dalla sua casa. Mentre in Italia accadono queste brutture, la UE è impegnata per “salvare” gli ex galeotti alla frontiera turca.

Condividi