Coronavirus, parlamento UE cancella attività non essenziali

Il Parlamento europeo ha sospeso per tre settimane tutte le riunioni non essenziali al funzionamento dell’Istituzione, comprese le visite, le audizioni, i seminari e altri eventi di qualsiasi tipo. La disposizione è stata decisa dal presidente dell’eurocamera, David Sassoli, per il rischio di contagi del nuovo coronavirus.

Le attività di plenaria, i lavori delle commissioni e dei gruppi proseguono. È consentito l’accesso degli eurodeputati e dei giornalisti, con eccezione per quelli che vengono da o hanno visitato negli ultimi 14 giorni le aree maggiormente colpite :Cina, Singapore, Corea del Sud, Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Veneto, Iran e Giappone.

“È un peccato che non possiamo visitarlo, visto che siamo venuti fin qui solo per questo”, dice questa turista americana. “Penso sia più una misura da panico. Non sono sicuro sia necessaria”, le fa eco il marito. (askanews)

Bruxelles: primo caso coronavirus nelle istituzioni UE

Condividi