Coronavirus, il primo caso in Europa è stato in Germania

“Il 1º caso di Coronavirus in Europa è stato in Germania, ben un mese prima del focolaio lodigiano. Loro però hanno nascosto i dati e le aziende tedesche hanno sottratto clienti a quelle italiane.
Avevano un’arma in più: i nostri media e i nostri politici.” (Alessandro Greco)

La prima trasmissione da uomo a uomo del coronavirus di Wuhan in Europa è stata segnalata in Germania, scrive il Guardian – dove un uomo è stato infettato da un collega che era stato in Cina, alimentando le ansie sulla potenziale facilità della diffusione internazionale.

Gli esperti hanno affermato che era particolarmente preoccupante il fatto che la donna cinese che originariamente aveva il virus non avesse avuto sintomi quando lo ha trasmesso al suo collega. Ci sono stati avvertimenti dalla Cina che le persone potrebbero essere infette prima che inizino a sentirsi male.

Germania, boom di influenza: 80mila casi e 130 morti

https://twitter.com/PGreco_/status/1235103308135550979

Analizzando il percorso e le mutazioni genetiche del coronavirus, gli studiosi hanno rilevato che è entrato in Europa più volte. “Dal primo febbraio circa un quarto delle nuove infezioni in Messico, Finlandia, Scozia e Italia, come i primi casi in Brasile, appaiono geneticamente simili al focolaio di Monaco”, rileva Bedford. Il paziente 1 di Monaco aveva mostrato i primi sintomi il 24 gennaio, dopo aver incontrato una collega proveniente da Shangai, poi risultata positiva. Nei quattro giorni seguenti sono risultati positivi anche molti dipendenti della stessa azienda tedesca. Il caso era diventato celebre a fine gennaio come esempio della capacità del coronavirus di trasmettersi anche in assenza di sintomi.

Sebbene la sede dell’azienda fosse stata chiusa dopo la comparsa dei primi casi, i ricercatori ritengono che il focolaio di Monaco possa essere collegato a una buona parte dell’epidemia in Europa, compresa l’Italia. “Il messaggio importante – rileva Bedford – è che il fatto che un focolaio sia stati identificato e contenuto non significa che questo caso non abbia continuato ad alimentare una catena di trasmissione che non è stata rilevata finché non è cresciuta al punto da avere dimensioni consistenti”. – See more at: http://www.rainews.it/dl/rainews/articoli/coronavirus-in-Germania-il-primo-focolaio-europeo-Primi-casi-a-gennaio-57c49bca-5d25-45e2-9c09-fabcc311e5c8.html

Condividi