Grecia, rivolta a Lesbo: attaccato accampamento militare

Violenti scontri sono scoppiati dopo che i manifestanti hanno attaccato un accampamento militare vicino al villaggio di Pagani sull’isola di Lesbo mercoledì sera, dove sono schierate squadre di poliziotti antisommossa inviate sull’isola in risposta alle proteste contro la costruzione di nuovi centri per i migranti .

Le riprese mostrano l’intensità degli scontri, con centinaia di rivoltosi che lanciano pietre e razzi contro i poliziotti dall’altra parte dell’ingresso del campo.

Proteste contro il governo greco per la creazione di nuovi centri per i migranti hanno avuto luogo anche nelle isole dell’Egeo nord-orientale, tra cui Chios e Samos.

L’affollamento di rifugiati nei campi greci si è temporaneamente allentato a seguito di un accordo tra UE e Turchia, ma è peggiorato negli ultimi mesi. Con 74.613 arrivi nel 2019, secondo l’UNHCR, le isole greche continuano a essere il principale punto di ingresso per l’immigrazione clandestina nell’UE.

Condividi