Latitante albanese faceva lo studente a Brera sotto falso nome

MILANO, 8 FEB – Era ricercato da oltre un anno per un mandato di cattura relativo a diversi reati di droga e doveva scontare 2 anni e 6 mesi, ma in realtà era a due passi dalla questura di Milano e frequentava sotto falso nome l’Accademia di Brera.

Gli investigatori della Squadra mobile hanno catturato l’albanese 47enne Qani Kelolli, mercoledì 5 febbraio, all’esterno dell’ateneo, dove aveva appena sostenuto un esame di pittura. Era l’ultimo prima della tesi.

Kelolli era stato coinvolto nel 2016 in un’operazione antidroga della Mobile milanese e dal gennaio 2019 era latitante. ANSA

Condividi