Scrittore Camus condannato, Gervasoni: “sempre più censura”

“Una vicenda allucinante: se fosse successa in Polonia e in Ungheria ci aprirebbero i giornali . La libertà di espressione sarà sempre più sottoposta a censura, prepariamoci a combattere”.

Lo scrive il prof Marco Gervasoni su Facebook, commentando la condanna di due mesi a Renaud Camus per aver criticato l’immigrazione. Lo scrittore dovrà anche risarcire due “organizzazioni antirazziste”.

Condividi

 

Seguici sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguici sul Social VK https://vk.com/imolaoggi