Malvezzi: il mainstream racconta che non ci sono soldi, ma è falso

Condividi

 

di Radio Radio TV

Dobbiamo uscire da quel lavaggio del cervello che ci hanno fatto negli ultimi 40 anni. Chi sono proprietari e azionisti di tutto il ‘mainstream’ televisivo, radiofonico e dei giornali? Fondi speculativi, banche o cose ricollegate a quel mondo.

Da anni chi ha il controllo dell’informazione dice tutti i giorni lo stesso concetto a milioni e milioni di persone. E cioè che bisogna fare austerità, tagliare la spesa pubblica e ridurre il debito pubblico. Tutti concetti che riconducono a un’unica conclusione: devi essere infelice.

E’ questo il messaggio: viene detto alla gente che per tenere sano il proprio Stato bisogna soffrire. Un concetto perverso con cui si inculca alle persone il pensiero che si farà sempre fatica a trovare un posto di lavoro, che sia normale avere delle tasse altissime, che andare in pensione significhi che nella migliore delle ipotesi si farà la fame, perché? Perché non ci sono i soldi per fare le cose, ci dicono. Ma non è così, i soldi per fare le cose ci sono. E per averli basta schiacciare un bottone.

Severino Boezio diceva che l’obbiettivo più importante è la felicità, perché la felicità è quel bene che una volta raggiunto non se ne può desiderare uno maggiore.

Ecco perché ci vogliono infelici.

:::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

Seguiteci sul Canale Telegram https://t.me/imolaoggi
Seguiteci sul Social VK https://vk.com/imolaoggi

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a Imolaggi – Armando Manocchia risponde ai professionisti della mistificazione

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -