Tunisia: non si trovano braccianti per la raccolta delle olive

Un agricoltore con diversi ettari di oliveti ha lanciato questo giovedì, attraverso la stampa, un grido di angoscia, assicurando che si aspetta un raccolto record quest’anno, ma dispera di trovare lavoratori per la raccolta delle olive, mentre offre loro 40 DT al giorno, oltre ai pasti.

Dopo aver colorato i marciapiedi delle strade, i giovani disoccupati farebbero bene ad andare a raccogliere le olive, per lavorare e guadagnare, ma anche e soprattutto, per il bene del paese e di tutti. Una buona raccolta potrebbe infatti offrire ai cittadini l’accesso all’olio d’oliva a prezzi convenienti.

www.tunisienumerique.com

I clandestini che partono dalla Tunisia lasciano il lavoro fisso e sono benestanti

I giovani tunisini preferiscono sdraiarsi per terra a Lampedusa reclamando non si sa bene quali diritti.

“No al rimpatrio, vogliamo dignità”, tunisini protestano a Lampedusa

 

Condividi