Bimbo ucciso da Essobti Badre, la sorellina: “Mio padre beve e ci picchia”

Condividi

 

“Dovete portate in prigione mio padre, la sera beve la birra e ci picchia, e mamma deve chiamare i carabinieri”. Sono le parole della sorellina di Giuseppe, il bimbo ucciso il 27 gennaio a Cardito (Napoli), riferite in aula da uno degli agenti di polizia intervenuti nell’ospedale Santobono.

A processo ci sono Tony Essobti Badre e Valentina Casa, rispettivamente patrigno di Giuseppe e mamma del bimbo ucciso. tgcom24.mediaset.it

Milano: bimbo di due anni ucciso, Alija Hrusic lo ha torturato

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


Diffamazioni a Imolaggi – Armando Manocchia risponde ai professionisti della mistificazione

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -