Disegno criminale della Commissione UE per rendere nuove generazioni sempre più ignoranti

Condividi

 

Il Test di ingresso alle Università statali di Medicina e Chirurgia, di Ingegneria e di Economia&Commercio impossibili da superare in quanto è stato stabilito un numero limitato di ingresso. Solo chi ha genitori che hanno potuto permettersi le onerose rette della università private ha potuto laurearsi.

Lo Studio legale romano Muticentro, noto per sostenere dopo approfonditi studi che coloro che dirigono la musica in quel di Bruxelles hanno origini naziste, afferma che in questo modo i nazi socialdemocratici della Commissione UE hanno reso l’istruzione superiore in Italia elitaria.
Il figlio della gente comune, il figlio della classe media non ha potuto continuare a studiare, contravvenendo ad un principio della Costituzione.
Risultato: mancano centinaia di migliaia di chirurghi, di ingegneri e di dottori in economia&commercio in Italia.
Risultato: l’Italia da primo paese al mondo per numero di laureati nel 1991, è passato all’ultimo posto nel mondo per numero di laureati.



Alla luce della Sentenza del Consiglio di Stato che ieri ha accolto il ricorso di 250 studenti ammettendoli alla Facoltà di Medicina e Chirurgia dopo che erano stati esclusi in seguito al test d’ingresso sostenuto lo scorso anno, quale Sostituto Procuratore incrimina chi ha firmato il decreto che ha posto senza motivo un numero chiuso di ingresso in Italia alle Facoltà Medicina e Chirurgia, di Ingegneria e di Economia&Commercio?

Quale Sostituto Procuratore incrimina chi, firmando il suddetto decreto, ha destabilizzato l’ordine interno visto che molti presidi medici hanno dovuto chiudere per mancanza di medici?
Quale Sostituto Procuratore incrimina chi, firmando il suddetto decreto, ha destabilizzato l’ordine interno, visto che nei pronto soccorso vi sono in media solo due medici ogni 50 persone per le ragioni di cui sopra, nelle sale di attesa si formano file chilometriche ad ogni ora del giorno praticamente in tutti gli ospedali d’Italia?  (OPi – 10.10.2019)



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2020 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -