Paoloni (Sap): “Ogni mese 100 uomini in divisa feriti”

Condividi

 

Militare accoltellato alla gola, Paoloni (Sap): «Ogni mese 100 uomini in divisa feriti. E il sindaco Sala non vuole il taser». «E’ da giugno che contiamo i feriti in divisa. In soli 3 mesi e mezzo, 190 episodi violenti e oltre 300 feriti. Sono numeri dell’orrore a cui si va ad aggiungere il militare di strade sicure colpito, questa mattina a Milano, da un passante che gli ha sferrato dei fendenti alla gola con delle forbici. A lui va tutta la nostra vicinanza e solidarietà».

Lo dichiara Stefano Paoloni, Segretario Generale del Sindacato Autonomo di Polizia (Sap).



«Siamo in balia dei balordi che molto spesso bivaccano nelle stazioni, diventate zone franche e piazze di spaccio. Milano Centrale ne è un chiaro esempio ed è sotto gli occhi di tutti. Questa gente va affrontata in sicurezza, altrimenti, in casi come quello di stamattina, si sfiora la tragedia. C’è bisogno di più uomini per il controllo del territorio e di dotazioni idonee a fronteggiare situazioni in cui qualcuno dà in escandescenze. Un chiaro esempio è il taser, che avrebbe permesso di fermare il soggetto, arrestato poi dai Carabinieri con non poche difficoltà. Non è il primo caso del genere – prosegue Paoloni – un anno fa, sempre in stazione centrale, un poliziotto fu accoltellato alle spalle da un extracomunitario. Si salvò grazie al sotto camicia che attutì il colpo. Alla luce di quanto accaduto – conclude – è ancora sicuro il sindaco Sala che il taser non sia necessario? Come pensa di trattare la questione sicurezza e il degrado dilagante nelle stazioni?»

COMUNICATO STAMPA SAP (sindacato di Polizia) Roma, 17 settembre 2019

Milano: immigrato pugnala militare alla gola, “Allah Akbar!”

 



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -