Terrore in Texas: sparatoria in un supermarket, 20 vittime

Un’altra sparatoria insanguina l’America. Teatro della tragedia è un affollato supermercato della catena Walmart di El Paso, Texas, la città del candidato presidenziale Beto O’Rourke. Un supermercato all’interno del grande centro commerciale Cielo Vista, un nome poetico che ricorda Cielo Drive, l’indirizzo di Beverly Hills in cui 50 anni fa la setta Manson mise a segno il suo delitto più brutale.

Il bilancio dell’ultima strage sarebbe di 22 vittime, di cui 4 bambini, secondo alcuni media locali. Fonti di polizia per ora hanno parlato di almeno 18 morti. Il sospetto arrestato per la sparatoria in Texas è un giovane bianco di 21 anni, che avrebbe usato un il fucile d’assalto Ak-47. Lo riferiscono alcuni media locali, citando anche alcuni testimoni.

Nulla si sa invece, al momento, sul movente della strage. Quel che è certo è che per un’ora durata un’eternità le migliaia di clienti che si trovavano nei negozi e nei ristoranti, particolarmente affollati il sabato pomeriggio sono piombati nel terrore. Dopo i primi spari c’è stato un fuggi fuggi generale, come mostrano le prime immagini scattate dai presenti con i telefonini e subito rilanciate dalle tv americane. L’area però è così grande che nessuno sapeva esattamente in che direzione scappare. Alcuni locali hanno fatto scattare immediatamente il lockdown, isolandosi dal resto dello shopping center. Diversi visitatori hanno telefonato alle forze dell’ordine e hanno cominciato a mandare sms ai propri cari. La polizia è arrivata in forze, insieme all’Fbi e alle ambulanze, ma è passata almeno un’ora prima della cattura del sospetto attentatore.

Condividi