Arsenale sequestrato, Salvini: “volevano uccidermi”

Condividi

 

GENOVA, 16 LUG – “L’ho segnalata io. Era una delle tante minacce di morte che mi arrivano ogni giorno. I servizi segreti parlavano di un gruppo ucraino che attentava alla mia vita. Sono contento sia servito a scoprire l’arsenale di qualche demente“.

Così il ministro dell’Interno, Matteo Salvini, sul sequestro di armi, trovato nella disponibilità di alcune persone legate ad ambienti oltranzisti di estrema destra, tra cui un missile aria-aria Matra, in utilizzo alle forze armate del Qatar.



“Penso di non aver mai fatto niente di male agli ucraini – ha detto ancora Salvini a Genova – ma abbiamo inoltrato la segnalazione e non era un mitomane. Non conosco filonazisti. E sono contento quando beccano filo-nazisti, filo-comunisti o filo chiunque”. ANSA

Segreteria del Pci attacca la Boldrini: “ha ricevuto un neonazista dichiarato”



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -