Ancora sangue a Londra, quarta vittima dopo weekend di violenza

Condividi

 

Dopo il weekend di sangue vissuto dalla capitale britannica, una quarta persona è stata uccisa stamattina a Londra. La vittima, un uomo sui 40 anni, è stata trovata agonizzante intorno a mezzogiorno con ferite da taglio nei pressi di West Ham Lane, nel quartiere di Stratford. L’uomo è morto sul luogo dell’aggressione. Scotland Yard ha aperto un’inchiesta.

L’uccisione, la 61esima dall’inizio dell’anno, è destinata a sollevare nuove polemiche contro il sindaco Sadiq Khan, oggetto anche delle critiche del presidente Usa, Donald Trump. L’epidemia di accoltellamenti fatali non è però limitata a Londra. Secondo quanto emerso da un servizio della Bbc, a Liverpool i giovani vengono pagati dai capi delle gang criminali fino a mille sterline, per accoltellare altri giovani delle bande rivali.



L’accoltellamento di stamattina fa seguito alla morte di due adolescenti, di 18 e 19 anni, uccisi venerdì in zone differenti della capitale britannica. La polizia ha effettuato una serie di arresti in relazione ai due episodi. Sabato pomeriggio è invece stato ucciso a est di Londra un uomo sui 30 anni, anch’egli accoltellato. Scotland Yard ha arrestato due persone.

Dopo l’ondata di violenze, Donald Trump, già protagonista su Twitter di una serie di scambi polemici con Khan, ha definito il sindaco della capitale un “disastro” le cui politiche stanno “distruggendo Londra”. Khan, ha affermato il presidente Usa, dovrebbe essere sostituito con un nuovo sindaco “il prima possibile”. (AdnKronos)

E ‘straziante. Gli ultimi quattro giorni sono stati terribili“. Il sindaco di Londra Sadiq Khan dice che “la polizia è sotto organico e sta lavorando  duramente”, dopo una serie di omicidi coltelli e pistole nella capitale



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -