Fmi: all’Italia non servono minibot ma riforme strutturali

Condividi

 

Ci sono soluzioni migliori dei mini Bot per gestire i problemi dell’Italia, secondo il direttore generale del Fondo monetario internazionale (Fmi), Christine Lagarde.

I mini Bot sono stati proposti dalla Lega per pagare le imprese fornitrici che vantano decine di miliardi di crediti con la Pubblica amministrazione.

Lagarde ha detto che una politica di bilancio che mantenga la fiducia degli investitori è essenziale per i Paesi con un alto debito pubblico.

La nuova Commissione europea dovrebbe introdurre incentivi a sostegno dei Paesi membri dell’Eurozona che vanno avanti con le riforme strutturali, ha concluso Lagarde annunciando l’intenzione di completare il proprio mandato alla guida del Fmi. REUTERS

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -