A Casal Bruciato la 69enne italiana buttata in mezzo a una strada

Condividi

 

di Silvia Mancinelli (adnkronos video ) – – “Mi hanno buttata in mezzo a una strada, sola e senza un posto dove andare. Mi è stata promessa una casa dall’assessore Rosalba Castiglione e ad oggi, dopo 60 anni di lavoro (ho iniziato a 8 anni quando sono rimasta orfana), mi ritrovo a elemosinare posti letto a casa di amici”.

Annamaria Di Pisa, 69 anni il prossimo 4 giugno, oggi è a Casal Bruciato in solidarietà a un’anziana che rischia lo sfratto.
“Quando sono andata via da Milano, dove per 20 anni ho lavorato come cuoca, sono andata ad abitare insieme a mia suocera disabile in un appartamento in viale della Venezia Giulia 141, a Casal Bertone – racconta Anna Maria – Quando è morta, mi hanno mandato la lettera di sfratto e a settembre del 2018 sono arrivati in 50 tra poliziotti e carabinieri per portarmi via”. “Erano le 7,30 del mattino – racconta la donna – non ho aperto e ho chiamato aiuto.



I ragazzi di Asia, corsi a scongiurare lo sgombero, hanno provato a impedire l’ingresso nel palazzo delle forze dell’ordine, 4 sono stati arrestati. Mi hanno convinta a uscire con l’inganno, dicendomi che avrei potuto fare ricorso, intanto mi hanno portato in una casa d’accoglienza dove eravamo in 6 in una camera. Mi sono incatenata in Campidoglio, la Castiglione mi ha promesso che mi avrebbe sistemata, avendo passato i 65 anni, ma non posso fare domanda per una casa perché sfrattata. Ora vivo con un’amica, con 429 euro di pensione dopo una vita intera a lavorare”.



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -