Integrazione, Centro Studi Averroè premia gli ambasciatori di pace

Condividi

 

 

Roma, 23 febbraio 2019 – Una serata per riunire istituzioni, professionisti e personalità che si sono distinte nella promozione del dialogo tra cultura araba e pensiero occidentale.

Si è svolta venerdì 22 febbraio, presso la suggestiva cornice del Casale Tor di Quinto, la serata di premiazione dell’edizione 2019 del Progetto Pace, organizzato dal Centro Studi Averroè.

A fare gli onori di casa è stata Souad Sbai, presidente del Centro Culturale Averroè, giornalista, scrittrice e figura politica, cittadina italiana originaria del Marocco e promotrice dell’evento.

L’evento è stato aperto con la lettura, da parte dell’attrice Anna Mazzantini, di alcune opere dello stesso Averroè, filosofo musulmano di Spagna che durante l’ondata di fanatismo religioso della fine del XII secolo, fu esiliato e tenuto sotto controllo fino alla morte. Il filosofo, grande estimatore di Aristotele, sosteneva che tra religione e filosofia non vi fosse alcuna conflittualità.

Tre i momenti clou della serata. Il primo è stato la consegna del premio Acmid Donna Onlus alla dottoressa Mira Daher, ambasciatrice del Libano in Italia. È seguita la nomina di tre nuovi Ambasciatori di Pace, ovvero lo psichiatra e psicoterapeuta Adriano Segatori, la quality manager della Regione Lazio Stefania Moretti e l’artista Pietra Barrasso. Infine il conferimento del premio Centro Alti Studi Averroè, consegnato ai rappresentanti di categorie che si sono distinti per l’adesione e l’approfondimento culturale dei valori portati avanti dal Centro e dell’organizzazione di attività volte alla crescita del senso di impegno civile dei cittadini, nonché per il contributo offerto nella promozione di progetti di integrazione tra la cultura araba e il pensiero occidentale, nel diffondere la pace nel Mediterraneo e in Medio Oriente contro l’estremismo e il terrorismo.
M.M.

 

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -