Migranti, Sea Watch 3: “Siamo pronti a ripartire”

Condividi

 

Il fermo momentaneo della nave Sea Watch-3, ormeggiata nel porto di Catania, è “una mossa tattica da parte delle autorità italiane” e gli attivisti della Ong sono “pronti” a ripartire. Lo sottolinea il capo missione Kim Heaton-Heather in un videomessaggio diffuso su Twitter.

“Siamo trattenuti a Catania da nove giorni. Non ci sorprende che la magistratura non abbia riscontrato condotte illegali da parte dell’equipaggio della Sea-Watch-3. E’ stato infatti confermato – osserva – che le persone sarebbero morte se non fossimo intervenuti per soccorrerle. La Guardia Costiera italiana ha detto di aver trovato qualche irregolarità, ma ogni nave che ha 43 anni necessita di qualche lavoro”.

La nave “non ha rilevanti problemi di sicurezza, abbiamo avuto un’altra ispezione di bandiera 8 mesi fa che ha stabilito che siamo al di sopra degli standard richiesti ad una nave non commerciale qual è la nostra. Quindi la consideriamo una mossa tattica da parte delle autorità italiane. A noi più di ogni altra cosa interessa far sapere alla gente che siamo pronti”.“

www.today.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi


ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -