Tria in Russia: UE a rischio collasso se aumentano le divergenze

Condividi

 

Ue “a rischio collasso” se si alimentano le divergenze invece che le convergenze e “non si affronta il tema di una maggiore cooperazione”. Nuova giornata moscovita per Giovanni Tria: il ministro dell’Economia si trova a Mosca, dove oggi partecipa al Gaidar Forum. Le sfide dei prossimi anni, secondo Tria, sono “evitare l’instabilità sociale e l’instabilità finanziaria” provenienti dalla stessa fonte “il fallimento nel gestire l’ineguaglianza nella globalizzazione contemporanea”.

Nella capitale russa con un’intensa agenda di colloqui e ripartirà domani, dopo incontri ad alto livello con il premier russo Dmitri Medvedev, con il primo vice premier e ministro delle Finanze Siluanov e il capo della Banca Centrale russa Elvira Nabiullina. Nella delegazione italiana è presente anche il vice direttore Generale della Banca d’Italia, Fabio Panetta.



La visita ufficiale iniziata ieri con una lecture alla Higher School of Economics ed è seguita con un incontro con gli imprenditori italiani.Oggi Tria partecipa insieme con il primo ministro russo Medvedev alla discussione plenaria del Forum economico Gaidar sul tema “Valori nazionali di sviluppo e tendenze globali”. Il forum, che porta il nome del riformatore liberale russo Egor Gaidar, è una importante fonte di informazioni sulle principali tendenze dello sviluppo socio-economico e politico della Russia, sulle condizioni degli affari e sul clima degli investimenti nel Paese. (askanews)



   

 

 



Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -