Rovereto, nel presepe di Carollo san Giuseppe è un trans

ROVERETO. Agostino Carollo ne ha combinata un’altra: in piazza Rosmini a Rovereto è comparso il nuovo presepe dei Mercatini di Natale. A fare da culla (ancora vuota) un lettino a sponde mobili, di quelli buoni fino alla prima elementare. Tinta ciliegio o noce chiaro. Lo riporta il giornaletrentino.it

A fianco, seduta su una seggiola, una “Madonna” più bionda di Veronica Ciccone. Sull’altro lato, un po’ discosto, un “San Giuseppe” altrettanto biondo platino, ma distinguibile per una barba nera come il carbone realizzata con una mascherina di feltro. Barba indispensabile comunque, al di là dell’iconografia, perché entrambi i manichini utilizzati sono evidentemente femminili. Nel caso di San Giuseppe, con un seno anche generoso, per nulla celato dalla casacca di tela.

Il presepe “trans” di Rovereto è stato distrutto nella notte di Natale. Alle polemiche è seguito l’atto vandalico e i due manichini sono stati completamente distrutti. Sul danneggiamento indaga il commissariato di Polizia di Rovereto.

Condividi