Nigeriano distrugge casa, ferisce coinquilino e aggredisce gli agenti

Modena – La scorsa notte gli agenti della Squadra Volante della Questura di Modena hanno tratto in arresto un cittadino nigeriano di 30 anni, resosi responsabile del reato di lesioni aggravate dall’utilizzo di un coltello. Il giovane è indagato anche per resistenza a Pubblico Ufficiale e minacce aggravate. Intorno all’1:30 i poliziotti sono intervenuti all’interno di un’abitazione di via Crespellani per una lite fra coinquilini.

Il 30enne, infatti, aveva dato in escandescenza danneggiando le porte ed infrangendo le vetrate degli infissi dell’appartamento, per poi scagliarsi impugnando un coltello da cucina verso un suo convivente. All’arrivo degli agenti lo straniero ha rivolto la sua ira nei loro confronti, tentando di colpirli con calci e pugni.

A seguito dell’aggressione, il malcapitato coinquilino è stato ferito alla mano destra riportando lesioni giudicate guaribili in 10 giorni. Il nigeriano, con precedenti per reati contro la persona, la Pubblica Amministrazione ed il possesso ingiustificato di armi, è stato trattenuto all’interno delle camere di sicurezza della Questura in attesa di processo con rito direttissimo fissato per oggi.

www.modenatoday.it

Condividi