Ucraina, Poroshenko alla UE: estendere sanzioni contro Mosca

BRUXELLES – “Dobbiamo aumentare la pressione internazionale contro la Russia” e “avere una reazione adeguata da parte di tutto il mondo, anche dall’Unione europea e dai suoi Stati membri” per rispondere “alla brutale aggressione” subita dall’Ucraina nel Mar d’Azov.

Così il presidente ucraino Petro Poroshenko a Bruxelles, tornando a chiedere “l’estensione delle sanzioni a Mosca” dopo il sequestro nelle acque dello stretto di Kerch di 3 navi militari ucraine e 24 marinai, avvenuto il 25 novembre scorso.

Il presidente ucraino conta “sul forte sostegno” di Bruxelles, ribadito oggi anche nelle parole del vicepresidente della Commissione Valdis Dombrovskis. “Chiediamo a Mosca di rilasciare immediatamente i marinai e le navi sequestrate illegalmente”, ha detto Dombrovskis, annunciando inoltre lo stanziamento di ulteriori 4 milioni di euro da parte dell’Ue per continuare a fornire assistenza umanitaria nella regione orientale del Donbass, contesa dai separatisti filorussi. Gli aiuti umanitari di Bruxelles a Kiev salgono così a 116 milioni di euro dal 2014 a oggi.(ANSA).

Ucraina: Poroshenko, l’utile idiota degli Occidentali

Condividi