Milano: volantini antifascisti contro poliziotti, magistrati, militari e giornalisti

Milano tappezzata di volantini contro polizia e giornalisti: “Riconosci il nemico”. “Fumetti” in stile Gta, uno dei videogiochi d’azione più famosi di sempre. La scritta, in grande, “Riconosci il tuo nemico”. E sotto una serie di motivi per cui quelle donne e quegli uomini sono “nemici”.

Mercoledì, Milano si è risvegliata tappezzata di volantini contro poliziotti, magistrati, giudici, militari e giornalisti. Il blitz è stato firmato da “Azione antifascista”, il gruppo anarchico che si ispira ai collettivi del Nord Europa e che fa della lotta all’estrema destra il proprio motivo di esistere.

Sui poster, infatti, campeggiano in bella vista le due bandiere rosse e nere su sfondo bianco, che sono proprio il simbolo identificativo dei gruppi antifascisti. Su quegli stessi poster – accanto alle immagini di agenti, giudici, giornalisti e di un uomo rasato con tatuata una croce celtica – appare la frase: “Nei tempi cupi in cui viviamo tocca a noi riprenderci il futuro. Individuiamo i nostri nemici, organizziamoci ed agiamo”.

È grave quanto sta accadendo, è grave il silenzio complice del Pd e della giunta Sala-Majorino“, ha attaccato Paolo Grimoldi, il deputato leghista che è stato tra i primi a denunciare i volantini. “Tutti zitti, a guardare, ma in questa deriva estremista qui rischiamo – ha concluso – che dalle parole qualcuno di questi fanatici passi ai fatti”.

www.milanotoday.it

Condividi