Ancona: comandante dei vigili contro il taser agli agenti

La Lega contro la comandante dei vigili: «No al taser? Forse non è all’altezza». Secondo il comandante dei vigili di Ancona Eliana Rovaldi il taser non è la soluzione ma la Lega non ci sta e torna a chiedere a gran voce un consiglio comunale aperto sulla sicurezza. Lega che in città ha un alleato il sovranista Giovanni Zinni. «Le parole della Rovaldi – dice – sono sempre più inaccettabile: chi difende l’incolumità di delinquenti e criminali, prima di quella degli agenti di Polizia e dei cittadini non fa un servizio utile alla comunità e non sembra all’altezza del ruolo di comandante di una Polizia Locale. La comandante dovrebbe avere più fiducia e più rispetto dei suoi agenti, i quali, dietro opportuna formazione saprebbero sicuramente utilizzare il Taser come previsto dal decreto sicurezza di Salvini».

Il Gruppo consiliare Lega, formato dai consiglieri Marco Ausili, Maria Grazia De Angelis e Antonella Andreoli, unitamente al Coordinatore provinciale Lega Milco Mariani, annuncia che è stata procollata la richiesta per il consiglio aperto straordinario sulla sicurezza.

«Vogliamo -dicono – affrontare la questione del Taser, ma anche e soprattutto delle maggiori funzioni e dotazione alla Polizia Locale, con più concretezza, urgenza ed efficacia: microcriminalità, degrado e disagio sociale debbono essere sconfitti. Basta proclami ideologici o di servilismo al Pd della comandante Rovaldi, sul tema sceglierà il Consiglio aperto che abbiamo richiesto, dove speriamo prevarrà il buonsenso».

www.anconatoday.it

Condividi