Toscana: i migranti di don Biancalani saranno ospitati dalla Regione

Condividi

 

Pistoia, 26 ottobre 2018 – La Asl Toscana Centro metterà a disposizione un immobile per trasferire il centro migranti della parrocchia di Santa Maria Maggiore a Vicofaro, Pistoia. È quanto prevede un protocollo di intesa firmato oggi dal presidente della Regione, Enrico Rossi, e da don Massimo Biancalani, parroco di Vicofaro.

Come si legge su La Nazione, l’azienda sanitaria individuerà una soluzione idonea scegliendo fra le sue proprietà non utilizzate a fini istituzionali. Il centro si impegna a corrispondere all’Asl un canone di affitto che verrà definito, sulla base del progetto di accoglienza che verrà presentato da don Biancalani, e a farsi carico anche degli oneri connessi al suo utilizzo.



“Dobbiamo metterci nella condizione di dare una possibilità di integrazione a questi ragazzi – afferma, nel corso dell’incontro coi giornalisti, il presidente -. Ecco percheè la Regione vuole essere vicina a tutte le esperienze che si muovono in questa direzione. Questa e’ la strada giusta per garantire al tempo stesso sicurezza e legalità. Se le chiudiamo anche quando c’è da fare delle correzioni, rimane la ruspa”.

::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::::

La parrocchia è al centro di polemiche perché alcuni migranti ospitati sono stati arrestati per spaccio di droga.

Migrante ospitato in canonica da don Biancalani spacciava droga

Un altro “migrante” ospite di don Biancalani arrestato per droga

Segnalazioni di 180 residenti contro il chiasso nella parrocchia di don Biancalani

Migranti, «A Vicofaro è impossibile vivere». Petizione contro don Biancalani

 



   

 

 



Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -