Volo MH17 abbattuto dall’Ucraina. Marrone: interrompere relazioni con Kiev

“Il Governo Italiano non può chiudere gli occhi di fronte a questa vergogna, presenteremo formalmente istanza di richiamo dell’ambasciatore italiano da Kiev.

Ecco finalmente dal Ministero della Difesa della Federazione Russa le prove della responsabilità ucraina circa l’abbattimento del volo di linea Malaysian Airlines nel luglio 2014 nel cielo dell’Ucraina orientale, costato la vita a 283 passeggeri oltre ai 15 membri dell’equipaggio: il numero di serie 8868720 del missile BUK utilizzato per colpire l’aereo consente, dalla documentazione presso gli archivi del Dolgoprudny Research Institute, di tracciare la storia dell’ordigno, assemblato il 24 dicembre 1986 e consegnato per ferrovia all’unità militare numero 20 / 152, ufficialmente chiamata la 223a Brigata missilistica di difesa aerea, è stata dispiegata nella regione Ternopol della Repubblica socialista sovietica ucraina, che faceva parte del Distretto Militare Subcarpatico: quella stessa brigata, poi ribattezzata Reggimento 223esimo, è stata impiegata dal governo ucraino insediatosi a Kiev dopo Euromaidan nella repressione militare contro le Repubbliche filo russe del Donbass” annuncia Maurizio Marrone, presidente della Rappresentanza della Repubblica Popolare di Donetsk in Italia, che aggiunge “Come se non bastasse ci sono anche intercettazioni audio del Col. Ruslan Grinchak di una brigata responsabile per il controllo radar dello spazio aereo ucraino, che rivendica la paternità dell’abbattimento in capo al proprio esercito.

Come Rappresentante della DNR in Italia porterò un dossier contenente tutte queste prove all’attenzione del Ministero Esteri della Repubblica Italiana, con la richiesta ufficiale di interrompere qualsiasi relazione diplomatica con il governo ucraino: dopo anni di infamanti menzogne ai danni della Repubblica Popolare di Donetsk, è chiara finalmente la vocazione terroristica e stragista delle autorità di Kiev, che non si sono fatte scrupolo di eliminare i leader nemici con attentati dinamitardi, per ultimo il Presidente DNR Zakharchenko firmatario degli accordi di pace di Minsk, e addirittura di servirsi di killer dell’ISIS come sicari”.

https://www.rt.com/news/438596-mh17-downing-russian-briefing/

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -