GB, fine vita: basterà accordo tra famiglie e medici

Condividi

 

30 LUG – In Gran Bretagna non sarà più richiesta l’autorizzazione legale per porre fine alle cure per i pazienti in uno stato vegetativo permanente. Lo ha stabilito la Corte Suprema. Da adesso, quindi, sarà più facile interrompere l’alimentazione a tali pazienti, permettendo loro di morire.
Basterà l’accordo tra famiglie e medici. Lo riporta la Bbc.

Per staccare i tubi dell’alimentazione basterà l’accordo tra familiari del malato terminale ed i dottori, senza l’intervento della Court of Protection, ha stabilito la Corte Suprema, secondo cui non c’è violazione della Convenzione per i diritti umani. La Court of Protection si è pronunciata su casi del genere per 25 anni, ma per un singolo caso possono volerci mesi o addirittura anni, e con alti costi. ANSA

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
non riceve finanziamenti e non ha padroni.
Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere
la nostra indipendenza.

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

Donazione tramite banca
IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal



Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2019 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -