Roma: i Casamonica, l’usura e il racket delle case popolari

Condividi

 

Casamonica (rom stanziali): usura e racket delle case popolari, occupati alloggi di chi non paga i debiti

Il Tenente Colonnello Stefano Cotugno dei Carabinieri di Frascati: spaccio e usura, ma non solo perché c’è anche il racket delle case popolari e, soprattutto, degli sfratti ‘coatti‘.

Durante le indagini, infatti, sono stati sequestrati anche quattro alloggi popolari: uno ad Ostia in piazza Gasparri, feudo proprio del clan Spada, uno a Pietralata e altri due sparsi tra Roma e Ciampino.

Secondo quanto emerso dall’indagine dell’operazione ‘Gramigna’ gli alloggi erano occupati irregolarmente da alcuni degli indagati ed è stato accertato come da oltre 10 anni, uno di essi sia stato usurpato con la violenza e la minaccia anche di armi al legittimo possessore: un 74enne ora costretto a vivere in strada.

Il caso di Pietralata, poi, è emblematico come spiega anche Saverio Loiacono, responsabile Nucleo Investigativo dei Carabinieri di Frascati: “In quella circostanza l’alloggio era stato estorto ad una donna, reale assegnataria dell’immobile, per un debito di droga che il figlio aveva con i Casamonica. Il saldo non è stato pagato è così si è proceduto ad uno sfratto coatto”. Come ad Ostia con gli Spada.

www.romatoday.it

Per denigrare Salvini La7 va a intervistare i rom Casamonica

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -