#restiamoumani? Immigrofili profanano il cimitero di Ventimiglia

VENTIMIGLIA (IMPERIA), 15 LUG – No border accampati al cimitero di Roverino a Ventimiglia ed è polemica.

Ieri, in occasione del corteo “Ventimiglia città aperta”, organizzato per rivendicare la libera circolazione dei migranti in Europa, e che ha visto oltre 4000 partecipanti, i manifestanti si sono radunati davanti al cimitero. In molti si sono accampati anche all’interno del camposanto.

Ma quale #restiamoumani! Si sono comportati peggio dei barbari. Dentro e fuori il cimitero bandiere, musica, bivacchi, file ai rubinetti dell’acqua nonostante la presenza di un feretro da tumulare.

A denunciare la situazione è il consigliere comunale Silvia Malivindi del M5s. “Alcuni partecipanti alla manifestazione sono entrati nel cimitero di Ventimiglia, luogo di raccoglimento e cordoglio di coloro che hanno perso i propri cari – ha detto Malivindi -. C’è un confine che non va mai superato, per nessuna causa, e non è un confine di Stato: è il confine che sancisce il rispetto degli esseri umani, vivi o morti, in mare come a Ventimiglia”. L’episodio ha scatenato anche la furia sui social. ansa

Condividi