Reddito di cittadinanza e Riforma Fornero spariti dal contratto M5s

Via il Reddito cittadinanza arrivano i sussidi alla famiglia e alla disoccupazione. E non c’è neppure l’abolizione della legge Fornero. Il Movimento 5 stelle ha davvero cambiato il programma presentato e votato dai suoi elettori? Dopo il caso dei Pdf ripubblicati “in buona” dopo le votazioni sul sistema Rousseau, fa parlare il nuovo “contratto di governo” proposto dal Movimento 5 stelle alla Lega prima e ora al Partito Democratico.

Se ne parlerà durante le consultazioni portate avanti dall’esponente dell’ala più ortodossa dei 5 stelle, il presidente della Camera Roberto Fico, ma Di Maio ha presentato, nero su bianco un programma che cambia davvero le carte in tavola nella trattativa per dare all’Italia un nuovo governo.

Nel contratto proposto dal Movimento 5 stelle agli esponente degli (ex) arci-rivali dem saltano gli argomenti più spinosi ma che tanto avevano colpito gli italiani. Il reddito di cittadinanza, così come presentato in campagna elettorale, sparisce nel nome ed è mitigato nei fatti. E la riforma delle pensioni? Nel contratto scritto dal consulente Giacinto della Cananea non c’è, come non c’è la Flat tax e tantomeno una linea precisa sui vaccini.

www.today.it

Condividi l'articolo

 



   

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -