Regionali Lazio, Storace smaschera i ladri di voti

“Non avete il diritto di rubare il mio voto. Né quelli della mia famiglia. Voglio un giudice che chieda al mio presidente di seggio come si è permesso di alterare la mia scelta democratica.”

Così Francesco Storace sulla sua pagina facebook, dopo che l’edizione di oggi di Repubblica ha riportato la secca e circostanziata denuncia dell’ex presidente della Regione: “Per il consiglio regionale ho supportato i candidati dello Scarpone Roberto Buonasorte e Lorenza Alessandrini. Quest’ultima è stata proposta da Roberto per l’accoppiata legata alla doppia preferenza di genere. Con mia grande sorpresa ho appreso che nella sezione dove ho votato (la 1809 di via Trionfale) con mia moglie e mia figlia a Buonasorte sono stati attribuiti zero voti. E’ evidente che sono spariti i nostri voti dal momento che invece tre preferenze sono state attribuite alla Alessandrini. E’ indubbio che possono esserci gli elementi del dolo e pretendo la riapertura di verbali e schede elettorali”, conclude Storace.

www.ilgiornaleditalia.org



   

 

 

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2018 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -