USA, Florida: il 22% dei bambini vive in povertà

 

Secondo la più recente relazione annuale della Annie E. Casey Foundation, i bambini della Florida sono rimasti indietro per quanto riguarda il benessere economico e la salute.

Mentre le tendenze nazionali indicano che i bambini nel complesso sono sempre più sani, i bambini della Florida nel 2014 avevano meno probabilità di essere assicurati, maggiori probabilità di nascere sotto peso e finire con l’abusare di droghe e alcol rispetto ai ragazzi in altri stati. La Florida è 47 ° in classifica in termini di salute dei bambini rispetto ad altri Stati.

A livello nazionale, il rapporto osserva che circa il 22 per cento dei bambini vive in povertà e un bambino su tre vive in famiglie in cui nessun membro della famiglia ha un lavoro costante.

Ripresa Usa? Bugie: le statistiche sono truccate. Gli Usa sono in recessione costante

“Con l’aumento dei costi di istruzione superiore, i salari stagnanti e una fragile rete di sicurezza sociale, gli adolescenti hanno meno probabilità rispetto ai loro genitori o nonni di ottenere la sicurezza economica”, ha detto Patrick McCarthy, presidente e CEO della Fondazione Casey, in una dichiarazione che accompagna la relazione. “Per il bene della nostra economia e della nostra società, dobbiamo invertire questa tendenza per assicurare i giovani di oggi – che saranno la prossima generazione di lavoratori, genitori e leader della comunità – di raggiungere la tranquillità economica”.

Il E. Casey Foundation Annie è leader nazionale nella ricerca senza scopo di lucro sul monitoraggio della salute e del benessere dei bambini e delle famiglie. La sua relazione annuale è giunta alla sua 16 ° anno. Il rapporto 2016 si basa su dati 2014, le più recenti informazioni disponibili dal Census Bureau.

Nel complesso, Dollard ha detto che la conclusione della relazione dovrebbe mobilitare le comunità ad agire per rendere la Florida un posto migliore per i bambini.

By Maggie Clark  – - heraldtribune.com



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

urss Uno dei principi cardine del globalismo elitario è: fine dei confini e delle nazioni
Aprire i confini, lasciare che i territori nazionali siano inondati da migranti. “sostituire le popolazioni”, flussi di gente che non ha la minima intenzione di accettare costumi e stili di vita in voga nelle loro nuove case.

separator

papa-francesco-e-benedetto-xvi

Nel 2005 Bergoglio attaccava Benedetto XVI per le dichiarazioni sull’islam
Nel 2005, quando Papa Benedetto XVI, citando un testo medievale,  ha dichiarato che il profeta Maometto, fondatore della fede islamica, è stato “cattivo e disumano”, ha fatto infuriare la popolazione musulmana.
..

mogheriniLe pericolose frequentazioni di Federica Mogherini
«E poi quando mi dicono che la Mogherini è inesperta gli dico di chiedere cosa ne pensa Kerry». Quando il presidente del consiglio Matteo Renzi rispose in questo modo durante una conferenza stampa in tanti pernsarono a una richiesta di referenze rivolta al segretario di Stato Usa. In realtà c’era di più

crolloRipresa Usa? Bugie: le statistiche sono truccate. Gli Usa sono in recessione costante
Ci raccontano che l’America di Obama ha superato la crisi del 2008 crescendo del 4,6% all’anno? Falso: ricalcolando i dati senza i filtri convenzionali delle statistiche, dice Giuseppe Masala, scopriamo che anche gli Usa sono in recessione costante

separator

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -