Guerra economica: la Germania protesta per le centrali nucleari in Belgio

 

Il ministro dell’Ambiente tedesco, Barbara Hendricks ha chiesto al governo di Bruxelles di chiudere a titolo temporaneo due reattori nucleari a rischio fino a quando ci saranno risposte chiare sulla loro sicurezza. I problemi tecnici degli impianti belgi hanno creato tensioni con la vicina Germania (che si è auto castrata) dove per legge tutti i reattori verranno chiusi entro il 2022.

Nessun commento finora dal ministero belga dell’Energia. Ma in un comunicato, l’Agenzia federale belga di controllo nucleare (Afcn) ha risposto che i due reattori rispettano “le più severe” norme di sicurezza.. “L’Afcn prende atto, non senza stupore, delle dichiarazioni del ministro tedesco dell’Ambiente”, è scritto nella nota.

I due reattori belgi di Doel 3 e Tihange 2 sono stati fermati nel 2012 dopo che sono stati rilevati difetti durante i controlli. A novembre, dopo essersi consultata con esperti internazionali e dopo aver fatto realizzare alcune indagini, l’Agenzia federale per il controllo nucleare del Belgio ha annunciato che i reattori potevano essere riavviati. Per la Hendricks no, sono pericolosi. IL NORD

La produzione di elettricità in Europa

Mix elettrico 2014 per i Paesi ENTSO-E (European Network of Transmission System Operators for Electricity)

Mix elettrico 2014 per i Paesi ENTSO-E (European Network of Transmission System Operators for Electricity)

 



   

 

 

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -