E’ cominciato il tormentone islamico contro san Valentino

 

“Sono musulmano e non celebro la festa dell’amore”. Questo è l’hashtag lanciato in rete da salafiti egiziani con tanto di video animato che spiega il perchè dell’avversione a questa festa “romana” e “nazarena” e garantisce l’inferno a chi “vende, acquista o accetta” il regalo nel giorno di San Valentino.

islam-san-valentino

Oggi, il quotidiano egiziano “Al Youm7” scrive un lungo servizio sulla questione pubblicando oltre al video anche un comunicato diffuso in rete dagli islamisti, accompagnato da un disegno nel quale vengono raffigurati saette e fulmini che colpiscono due cuori rossi sovrapposti, simbolo appunto dell’amore.

Gran fermento sui social media dove attivisti salafiti condividono la fatwa (“editto”) dello sceicco saudita Abdullah Bin Jibrin nel quale viene spiegato “Il Giudizio dell’Islam sulla celebrazione della festa dell’amore”. Ecco alcuni passaggi dell’editto che ha il valore di una norme da seguire per i fedeli: “Non è ammesso celebrare questa festa inventata, un’ invenzione moderna che non ha nulla a che fare con la Shariya“. Il perchè viene subito spiegato: “Perchè si emula e quindi rispetta tradizioni di miscredenti”.

Insomma per lo sceicco durante la festa di San Valentino, uomini e donne “giocano, cantano, si truccano e si mescolano, tutte cose vietate dall’Islam”. Quindi un avvertimento a negozianti e fiorai: “Non è ammesso vendere o donare regali oppure fiori se si viene a sapere che l’acquirente intende celebrare questa festa, altrimenti il venditore diventa complice”. E così il pensiero dello sceicco viene subito “spiegato” dagli islamisti con un video di animazione che spiega con una premessa le orgini di questa festa. “Il 14 febbraio, i romani si radunavano per offrire libagioni ai loro Dei pagani. Era il giorno della loro festa pagana poi chiamata con il nome di un prete: San Valentino”, appunto. San Valentino, detto anche San Valentino da Terni, fu un vescovo romano, martire, ucciso a Roma nel 273. Venerato come santo dalla Chiesa cattolica, da quella ortodossa e successivamente dalla Chiesa anglicana, è considerato patrono degli innamorati e protettore degli epilettici. (askanews)


TI PIACE IMOLAOGGI?

è on line senza banner pubblicitari, sponsor o click bait
VUOI SOSTENERCI?
Il Tuo contributo è fondamentale, ecco come puoi farlo!
IBAN: IT78H0760105138288212688215
oppure fai una donazione con PayPal
 



 



   

 

 

4 Commenti per “E’ cominciato il tormentone islamico contro san Valentino”

  1. Io sono orgoglioso fiero fortunato ad essere Italiano, Occidentale, Cristiano, Cattolico. La cosa, le cose piu`bella\e. della vita nascono dall`amore di due esseri umani o animali, vegetali. L`amore e`una bellissima parola piena di significato. Permette le persone di volersi bene di amarsi. Permette di non litigare, odiare, di non fare la o le guerre. Il martire prete vescovo Valentino anni fa; volle celebrare, sposare ed unire insieme due persone di credo religioso differente. Unendole mediante questo sacramento, il matrimonio. L`amore non ha confini etnici e religiosi. Questo Santo Valentino insegno`con questo gesto. Unendo questa coppia sotto il segno dell`amore. Per me San Valentino dovrebbe essere tutti i Santi giorni sulla terra, il pianeta. Anche se questo non e`possibile. Pero`e`possibile festeggiarlo. Ogniuno a modo suo.

  2. Ricordatevi DI NON VOTARE quanti inneggiano al multiculturalismo e al buonismo: costoro seguono solo gli ordini di scuderia senza capirne il perché, come hanno fatto sempre!
    Ricordatelo anche ai milanesi.
    .
    Se non ci credete cercate di farvelo spiegare da loro…

  3. Io sono orgoglioso fiero fortunato ad essere Italiano, Occidentale, Cristiano, Cattolico.!!!!!!!!

  4. Sette paia di scarpe o logorate. Sette paia di camice strappate. Sette paia di brake (pantaloni) consumate.. ecc… ecc…

Commenti chiusi

Se segui ImolaOggi.it
fai una donazione!

Grazie al tuo contributo, ci aiuterai
a mantenere la nostra indipendenza
Grazie per la tua donazione!


IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -