Il prete comunista: “non faccio il presepe in chiesa per dispetto a Salvini”

Don Farinella, il pretonzolo che ammette la bestemmia in chiesa, ma non il presepe. Un prete comunista un po’ islamizzato che, l’anno scorso, ha salutato positivamente l’iniziativa di don Prospero Bonzani, che aveva inserito una moschea nel presepe della parrocchia di via Vesuvio.  Don Farinella, il prete che si nutre di odio

farinella

Come riporta Il Secolo XIX, quest’anno, don Farinella (Don Farinella: «In Chiesa si può anche bestemmiare, è un luogo libero»), pur di andar contro Salvini, ha deciso di non fare il presepe: “Io quest’anno il presepe non l’ho fatto. Per protesta. Contro chi sputa sopra una cosa sacra, un simbolo di amore e di unione. Io con Salvini (che dopo le stragi di Parigi ha detto: ‘Facciamo il presepe per non arrenderci’) non voglio avere niente a che spartire. Perciò, è deciso, nessun presepe nella mia chiesa”.

Questa iniziativa, però, non danneggia Salvini. Danneggia solamente i parrocchiani che non possono godere della bellezza delle tradizioni e della dolcezza del presepe e, in definitiva, rappresenta una scelta ideologica. Proprio quello che il prete rinfaccia a Salvini.



   

 

 

2 Commenti per “Il prete comunista: “non faccio il presepe in chiesa per dispetto a Salvini””

  1. Questo, fatto da un sacerdote è grave. Stiamo uscendo tutti fuori di testaaaaaa.

  2. Farinella non dire fesserie! Salvini non c’entra nulla : tu non fai il presepe perché non credi come tanti tuoi simili che sputano sul crocifisso ed erano i Capi di canoniche . Non sei un prete, ma un infiltrato che ruba i soldi alla comunità come certi ” Galli” trapassati . Ma almeno uno specchio ce l’hai ?

Commenti chiusi

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2017 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -