Oligarca ucraino fugge in USA con parte dei soldi del FMI destinati all’Ucraina

L’autore dell’articolo della rivista tedesca “Deutsche Wirtschafts Nachrichten” sostiene che Kiev e Washington chiudano gli occhi davanti a questo fatto per il contributo dell’oligarca nei finanziamenti dell’operazione militare ucraina nel Donbass.

Igor-Kolomoisky

L’ex governatore della regione di Dnepropetrovsk, l’oligarca Igor Kolomoisky, ha fraudolentemente portato nei paradisi fiscali una parte della tranche di aiuti finanziari del Fondo Monetario Internazionale versata all’Ucraina nell’aprile 2014, riferisce “Deutsche Wirtschafts Nachrichten”. La rivista tedesca ha condotto un’inchiesta ed ha scoperto che una parte significativa della tranche di aiuti dall’estero pari ad un importo di diverse centinaia di milioni di dollari, ovvero 1,8 miliardi $, è stata girata sui conti di “PrivatBank”, la banca di proprietà dell’oligarca ucraino.

“L’importo della prima tranche ammontava a 4,5 miliardi di dollari. Tuttavia 1,8 miliardi di dollari sono scomparsi. Tramite il gruppo “PrivatBank”, controllato dall’oligarca ucraino Igor Kolomoisky, gran parte della prima tranche del FMI è stata portata in nero all’estero. In cambio l’oligarca sosteneva di finanziare le truppe ucraine e di comprare per l’esercito la benzina. Secondo Kolomoisky, senza il suo sostegno finanziario l’Ucraina avrebbe subito una sconfitta schiacciante,” — scrive la rivista tedesca.

Tuttavia Kolomoisky ha inviato solo una parte del denaro alle forze militari di Kiev. Più di mezzo miliardo di dollari è finito nei conti personali. Il giornalista tedesco, basandosi sulla task force anticorruzione ucraina, descrive lo schema fraudolento attraverso cui l’oligarca si è appropriato dei soldi del FMI.

“Nell’estate dello scorso anno la “PrivatBank” di Kolomoisky ha erogate a 42 imprese ucraine prestiti per quasi 2 miliardi di dollari. Dato che la maggior parte delle imprese appartenevano alle holding dell’oligarca, di fatto si era girato i fondi autofinanziandosi. Con questi soldi le aziende hanno ordinato merci dai 6 società straniere, 3 delle quali hanno la sede legale nel Regno Unito, 2 nelle Isole Vergini Britannniche e 1 nei Caraibi. In realtà le merci non sono mai state consegnate e i soldi sono rimasti nei conti della filiale di “PrivatBank” a Cipro. La grivnia ha cominciato a precipitare ed hanno cercato di sostenerla fittiziamente,” — si afferma nei risultati dell’inchiesta.

Matthew Rojansky, direttore dell’Istituto Kennan presso il Centro Internazionale “Woodrow Wilson” è sicuro che tutto questo sia parte di un accordo dell’oligarca con Washington e Kiev:

Kolomoisky ha ceduto il controllo delle imprese ucraine, le regioni di Odessa e Dnepropetrovsk, in cambio è stato cancellato della “blacklist” degli Stati Uniti.

Al momento Igor Kolomoisky si trova negli Stati Uniti e le autorità ucraine non possono toccarlo. Sotto la pressione dell’opinione pubblica è stata avviata un’inchiesta contro ” PrivatBank”, — scrive il giornalista tedesco.

it.sputniknews.com

 

Terra Dei Pazzi, ecco come in Ucraina “spendono” i soldi erogati da FMI e BCE

squali2

 



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -