In Grecia c’è la fame, Save the Children pensa solo ai migranti

saveAllarme Save the Children per i bambini rifugiati e migranti in Grecia: si trovano ad alto rischio di sfruttamento, abuso e malattie, anche mortali, a causa del collasso del sistema ufficiale di accoglienza, dovuto alla crisi economica. Ovvero si trovano nelle stesse condizioni di migliaia di bimbi greci, dei quali però Save the Children se ne infischia. Chissà perché…

Orrori della Troika, Grecia: in aumento il numero di bambini abbandonati, + 336%

Grecia, gli insegnanti: i bambini a scuola cercano cibo nella spazzatura

Il cinismo di Christine Lagarde (FMI) verso i bambini greci

Grecia: padre disperato porta il figlio all’ufficio imposte “Prendetelo, non posso sfamarlo”

La situazione in Grecia ora è addirittura DISUMANA

Malgrado la crisi e la fame, circa 1.000 persone sbarcano ogni giorno sulle isole del Dodecaneso, per la maggior parte siriani, afgani e iracheni, la maggior parte sono clandestini. Nel solo mese di giugno sono giunti sulle isole 4.270 bambini, 86 dei quali non accompagnati, riporta Save the Children nel Rapporto di valutazione dei bisogni dei rifugiati e migranti in Grecia.

Lesbo, in particolare, è la principale meta dei migranti: 25.000 giunti dall’inizio dell’anno e 5000 presenti al momento.

Si prevede che di qui alla fine dell’anno i migranti che giungeranno in Grecia potranno arrivare a 200.000.

Il sistema di accoglienza ufficiale è sopraffatto: la fornitura di cibo, acqua , medicine e di un posto sicuro dove dormire è molto aldisotto delle necessità dei migranti.

Grecia: sanità al collasso. Avete il cancro? “La cura non è urgente”

In Grecia la crisi continua ad aggravarsi, sempre piu’ bambini senza vaccinazione

Grecia, sanità al collasso: chiudono centri per disabili, proteste ad Atene

Grecia: ogni mese compagnia elettrica taglia fornitura a 30mila utenti

Grecia: 350mila famiglie a lume di candela, non possono pagare le bollette

Grecia: 3 milioni di persone non hanno assistenza sanitaria  Chi se ne frega? Save the children deve occuparsi delle medicine dei migranti. I greci crepino pure!!

Sono 9 i “Centri di prima accoglienza” ma per la mancanza di finanziamenti solo 1 funziona come tale mentre gli altri assomigliano più a centri di detenzione, dal momento che bambini e adulti non possono uscire e inoltre sono privi dei basici servizi. La società civile locale e associazioni non profit internazionali hanno intensificato la loro azione di aiuto ma i bambini continuano a vivere in condizioni terribili.

I bambini più vulnerabili, in particolare quelli che dormono fuori da soli o che si ritrovano bloccati in grandi gruppi di adulti nei sovraffollati centri di detenzione, sono a rischio di tratta, sfruttamento sessuale e abusi. Alcuni bambini hanno riferito agli operatori di Save the Children a Lesbo, Chios, Kos e Atene di non aver mangiato per giorni e di aver paura a dormire fuori o andare in bagno durante la notte per il rischio di abusi.



   

 

 

1 Commento per “In Grecia c’è la fame, Save the Children pensa solo ai migranti”

  1. Ed ecco che l’UE, ONU, USA, tutti indistintamente godono per la situazione in Grecia specialmente quella dei bambini, questi non sono e non fanno parte della razza di persone umane sono solo delle c……e, mi fermo qui anche se glie ne vorrei dire quattro.

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -