Le ONG: Quinte colonne di Washington in Russia e Cina… e

ong
Paul Craig Roberts – strategic-culture.org

Ci sono voluti due anni alla Russia e alla Cina per capire che «la democrazia» e «diritti umani» delle organizzazioni che operano all’interno dei loro paesi erano organizzazioni sovversive finanziate dal Dipartimento di Stato americano e una collezione di fondazioni americane private organizzate da Washington.

Il vero scopo di queste organizzazioni non governative (ONG) è di far progredire l’egemonia di Washington per destabilizzare i due paesi in grado di resistere l’egemonia statunitense.

Quinte colonne di Washington hanno tirato fuori «rivoluzioni colorate» in province russe, come la Georgia, la città natale di Stalin e l’Ucraina, una provincia russa da secoli.

Quando Vladimir Putin è stato eletto, Washington è stata in grado di usare la sua quinta colonna far scendere migliaia di manifestanti nelle strade della Russia, sostenendo che Putin aveva «barato alle elezioni».

Questa propaganda americana non ha avuto alcun effetto sulla Russia, dove i cittadini che seguono il loro presidente sono l’89%. L’altro 11% è costituito quasi interamente da russi che credono Putin sia troppo morbido verso l’aggressione dell’Occidente. Anche questa minoranza sostiene Putin. Vogliono solo che sia più rigido.

La percentuale effettiva della popolazione che Washington è stata in grado di trasformare in agenti del tradimento è solo il 2-3 per cento della popolazione. Questi traditori sono gli «occidentali», le «integrazionisti atlantisti», che sono disposti a che il loro paese divenga uno stato vassallo americano, in cambio di denaro, pagato a loro, naturalmente.

Ma la capacità di Washington di mettere le sue quinte colonne nelle strade di Mosca ha avuto un effetto indifferente sugli americani e gli europei. Molti occidentali oggi credono che Putin abbia barato con la sua elezione e che sia intento a utilizzare il suo ufficio per ricostruire l’impero sovietico per schiacciare l’Occidente. Non che schiacciare l’Occidente sia una cosa difficile da fare. L’Occidente è praticamente già schiacciato in sé stesso.

La Cina, che è ossessionata di diventare ricca, è stato un bersaglio facile per Washington. La Fondazione Rockefeller sostiene professori cinesi pro-americani nelle università. Società statunitensi che operano in Cina creano «schede» superflue a cui i parenti della classe politica dirigente sono nominati «commissioni di dirigenti» e profumatamente pagati .Ciò compromette la fedeltà della classe dirigente cinese.

Sperando di aver compromesso la classe dirigente cinese con il denaro, allora Washington ha lanciato le proteste con la sua ONG a Hong Kong, sperando che le proteste si diffondessero in Cina e che la classe dominante, comprata con denaro americano, fosse stata lenta a individuare il pericolo.

Alla fine Russia e Cina, hanno compreso. E’ incredibile che i governi dei due paesi siano stati così tolleranti riguardo alla «minaccia» delle ONG finanziate da Washington per così tanto tempo. La tolleranza russa e cinese per la quinta colonna di Washington deve aver notevolmente incoraggiato i neoconservatori americani, che hanno spinto il mondo molto vicino al conflitto.

Ma, come si suol dire, tutte le cose belle hanno una fine. Il Saker riporta che la Cina finalmente ha agito per proteggersi dala sovversione di Washington.

Anche la Russia, ha agitoa sua difesa, vedi LSO .

Noi americani abbiamo bisogno di essere più umili, e non arroganti. Dobbiamo riconoscere che gli standard di vita americani, ad eccezione del favorito One Percent, sono in declino a lungo termine e lo sono da due decenni. Se la vita sulla terra deve continuare, gli americani hanno bisogno di capire che la Russia la Cina, non più di quanto sono stati Saddam Hussein, Gheddafi, Assad, Yemen, Pakistan e Somalia, non sono una minaccia per gli Stati Uniti.

La minaccia per gli Stati Uniti risiede interamente nella ideologia neoconservatrice folle dell’egemonia di Washington sul mondo e sul popolo americano.

Questo obiettivo arrogante impegna gli Stati Uniti e il suo vassallo a dichiarare la guerra nucleare.

Se gli americani non si svegliano, non sono in grado di fare nulla circa il fuori controllo del governo? Gli europei, dopo aver sperimentato i risultati devastanti della prima guerra mondiale e la seconda guerra mondiale, sono in grado di capire che il danno incredibile fatto all’Europa in quelle guerre è minuscola rispetto al danno di una guerra nucleare?

Se l’Unione europea fosse un governo intelligente e indipendente, l’UE proibirebbe assolutamente a qualsiasi paese membro di ospitare gli anti-missili balistici degli Stati Uniti o qualsiasi altra base militare ovunque vicino ai confini della Russia.

I gruppi di pressione dell’Europa orientale a Washington vogliono vendetta contro l’Unione Sovietica, un’entità che non esiste più. L’odio trasmesso è contro la Russia. La Russia non ha fatto altro che leggere la dottrina Wolfowitz per rendersi conto che Washington intende governare il mondo, e che richiede di prevalere sulla Russia e la Cina.

Fonte SA DEFENZA



   

 

 

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -