Il Ministro Poletti vince l’ambito premio “Supercazzola del mese di luglio”

poletti

di Ulrich Anders

Dopo lunga discussione e accesi dibattiti in seno alla redazione, e dopo aver valutato attentamente e con la massima imparzialità le esternazioni di numerosi supercazzolari nel corso del mese, esponenti della politica, dell’economia, del sindacato, dei giornalisti e degli imprenditori … alla fine ha vinto lui!

E’ con piacere che la redazione di ScenariEconomici  (alla quale ci uniamo con caloroso fervore) proclama vincitore del premio Migliore Supercazzola di luglio il Ministro Poletti, grazie all’emblematica dichiarazione di oggi che riassume un intero programma di governo in poche parole:

“La disoccupazione cresce perché c’è la ripresa!”

Una vittoria lusinghiera ottenuta per manifesta superiorità supercazzolara, nonostante una nutrita squadra di pretendenti supercazzoli – quasi tutti del suo governo – alcuni dei quali con performance supercazzolesche veramente eccezionali.

Solo chi dispensa perle di supercazzolosa saggezza come questa può ambire di far parte del Governo Renzi.

Invitiamo i nostri fedeli lettori ad unirsi alla redazione nel felicitare il ministro. CENTO DI QUESTE SUPERCAZZOLE!



   

 

 

2 Commenti per “Il Ministro Poletti vince l’ambito premio “Supercazzola del mese di luglio””

  1. Caspita ma come fate a vincere sempre voi del PD questo titolo ambito di supercazzole , la disoccupazione cresce perché c’è la ripresa! be che dire stavolta ha vinto meritatamente senza imbroglio il Ministro Polletti.

  2. Ripresa per i fondelli

Commenti chiusi

ImolaOggi.it
è on line dal 1997 senza sponsor, banner pubblicitari o click bait.
Da Giugno 2015, per conservare autonomia e indipendenza, c’è bisogno anche del tuo contributo.

IBAN: IT78H0760105138288212688215

Donazione con PostePay
5333 1710 1181 9972
codice fiscale MNCRND56A30F717K

oppure fai una donazione con PayPal

Consigliati

Avvertimento al mondo: la follia degli USA e della NATO

Barack Obama, Anders Fogh RasmussenHerbert E. Meyer, un pazzo che per un periodo aveva  occupato il ruolo di assistente speciale del direttore della CIA durante l’amministrazione Reagan, ha scritto un articolo invitando all’assassinio del presidente russo Vladimir Putin. Se dobbiamo “farlo uscire dal Cremlino con i piedi in avanti e un foro di proiettile nella nuca, non avremmo problemi”.

Siamo in balia di criminali pronti a “schiacciarci” letteralmente per i loro interessi

merkel-draghi... ‘tu puoi mettere i tuoi piedi sul collo dei greci, se è quello che volete”. Ma dovete mandare un messaggio di rassicurazione all’Europa e al mondo che lo farete insieme e non divisi mentre date questa lezione ai greci.  Li schiacceremo’ era l’atteggiamento di tutti loro

Le pubblicazioni sul Sito Imolaoggi.it non hanno alcun carattere di periodicita'              © 2016 Imola Oggi. All Rights Reserved. Accedi -